Vegetalmente Sani

Frutta e verdura di gennaioLa frutta e la verdura di gennaio ha l’arancio degli agrumi, il rosso scuro del radicchio e tutte le tonalità di verde dei cavoli; è ricca di vitamina C e di sali minerali; aiuta l’organismo ad affrontare le “insidie” della stagione fredda.

Mangiare frutta e verdure di stagione, si sa, è uno dei metodi migliori per variare l’alimentazione, rispettare il ciclo vitale della natura e anche per risparmiare. Qual è la frutta e la verdura di gennaio?

 

La verdura di gennaio

Cominciamo dalla verdura. Sulla tavola di gennaio non potranno quindi mancare cicoria catalogna, radicchio rosso, finocchi, cavolfiori, broccoli, verze e rape.


La catalogna è una varietà di cicoria dal cespo allungato che si differenzia dagli altri tipi per la presenza delle puntarelle, teneri germogli che possono essere consumati sia cotti, sia crudi in insalata. Quando la si acquista si deve controllare che le coste non siano ingiallite e che siano croccanti; questa verdura di gennaio si coltiva soprattutto in Puglia e nel Veneto.


Broccoli, cavolfiori, verze e rape sono perfetti per la preparazione di zuppe e come condimento per la pasta. Sono ricchi di antiossidanti, minerali e vitamine. Per beneficiare di tutte le loro proprietà, bisognerebbe mangiare queste verdure appena scottate o cotte al vapore.


Il finocchio è, tra la verdura di gennaio, forse il migliore alleato della dieta post-feste. Digeribile e poco calorico, aiuta l’organismo a depurarsi dopo gli stravizi del periodo natalizio. Crudo, è perfetto a fine pasto.


Il radicchio rosso è, tra la verdura di gennaio, una delle più preziose. È noto soprattutto quello trevigiano. Può essere mangiato crudo, in insalata, o cotto, per esempio alla griglia, o come condimento per il risotto.

 

 

La frutta di gennaio

Quando si tratta di frutta e verdura di gennaio non si possono dimenticare gli agrumi: arance, pompelmi e mandarini sono i frutti più presenti sulle nostre tavole a gennaio e in tutta la stagione invernale. Ricchi di vitamina C sono utili nella prevenzione delle malattie da raffreddamento. Non limitatevi a consumarli come spuntini o a fine posto; gli agrumi, in particolare le arance, sono ottimi anche in insalata, conditi con poco sale e olio extravergine d’oliva. Ovviamente, poi, sono perfetti per la preparazione di dolci e conserve. Se usate la buccia, accertatevi che la frutta non sia stata trattata. Mettete un mandarino nello zaino dei vostri bimbi, sarà una perfetta merenda scolastica.


Sulla tavola di gennaio non può poi mancare il kiwi, un vero concentrato di vitamina C. Rinfrescante, dissetante, diuretico e lassativo il kiwi ha anche proprietà antisettiche. È un alleato di tutti, ma soprattutto delle donne in dolce attesa; grazie alle sue proprietà è, infatti, in grado di prevenire e alleviare alcuni disturbi frequenti in gravidanza e, in particolare, problemi circolatori, vene varicose, emorroidi e stitichezza.

 

 

 


Pubblicato da Margherita Russo in Cure Naturali - Immagine: Public Domain Pictures

 


Nota: Per qualsiasi cambiamento della propria terapia o dieta è opportuno e necessario rivolgersi al proprio medico o dietista di fiducia. I proprietari e gli editori di questo sito non potranno essere ritenuti responsabili dell'applicazione, in qualsiasi modo, di indicazioni o informazioni mediche o dietologiche dedotte dal contenuto di questo articolo, che non sono state controllate da un professionista della salute.

Liberatoria: Il testo riprodotto qui sopra è stato acquisito da fonti pubbliche disponibili e consultabili sulla rete Internet, chiaramente citate all'interno del documento. L'autorizzazione alla ripubblicazione potrebbe non essere stata richiesta espressamente, ma il contenuto viene messo a disposizione dei visitatori del sito per diffondere e approfondire le conoscenze su prodotti vegetali importanti ai fini di una corretta alimentazione salutare. Si ritiene che ciò costituisca un uso ragionevole di qualsiasi materiale anche se protetto da copyright, nell'ambito dell'obiettivo comune di aiutare, supportare e informare in buona fede. Gli eventuali marchi di fabbrica, i marchi di servizi, i nomi depositati e i prodotti citati nel presente articolo e/o sito sono protetti e riconosciuti ai rispettivi proprietari a livello nazionale o internazionale.