Vegetalmente Sani

peperoni I peperoni si presentano con molte fibre e poche calorie, alleati quindi di dieta e salute. Con il loro alto contenuto di acqua sono versatili in molte ricette

  

Molte fibre e poche calorie, cosi si presentano i peperoni, la cui composizione non è dissimile da quella della maggior parte delle verdure, con un contenuto di acqua molto elevato.


I peperoni sono composti principalmente da glucosio e fruttosio, con il saccarosio presente solo in piccole tracce.


La notevole quantità e qualità di fibre presenti lo inseriscono tra le verdure più interessanti dal punto di vista dietetico. Diversi studi hanno posto particolare attenzione ai potenziali effetti antitumorali dei peperoni: gli estratti della verdura, infatti, hanno inibito la formazione o l'azione di alcuni composti cancerogeni come le nitrosammine. Un altro studio, inoltre, ha dimostrato che il consumo di pereperoni ed altre verdure possono ridurre il rischio di contratte tumore al cervello.


Gli antiossidanti contenuti, tra cui Vitamina C e carotenoidi, potrebbe in parte spiegare i risultati, ma sono necessarie ulteriori ricerche per identificare con precisione i principi attivi e comprendere meglio i meccanismi coinvolti. La pianta del peperone è un arbusto eretto con foglie verdi e lucide, con fiori bianchi, che regala il frutto carnoso, ossia la verdura che consumiamo, inizialmente di colore verde ma che diventa giallo o rosso alla maturazione dei semi.


Si distinguono peperoni piccanti, i peperoncini, e i peperoni dolci, dal frutto quadrato o rettangolare, ma anche allungato, con moltissime varietà differenti, coltivate e diffuse in tutto il mondo, dall' America centro-meridionale, all'Asia, Africa ed Europa. In Italia la coltivazione si sta lentamente riducendo, con un aumento dell'importazione a discapito dell'esportazione, con flussi di prodotti provenienti prevalentemente da Spagna ed Olanda; le regioni italiane maggiormente interessate dalla coltura sono la Sicilia, la Puglia, la Campania e il Lazio.


Quando si acquistano, bisogna appurare che i peperoni abbiano il picciolo ben attaccato, teso e turgido e devono essere lucidi, sodi al tatto, con la pelle ben tesa e privi di ammaccature. Si conservano bene in frigo per 4-5 giorni nel cassetto delle verdure, in alternativa si possono conservare sott'aceto o sott'olio. Alleati di dieta e salute, i peperoni si possono cucinare in tanti modi diversi e in tutte le portate. Pasta alla crema di peperoni, peperonata classica, insalata di pollo con verdure grigliate tra cui peperoni, torta salata ai peperoni o anche muffin ai peperoni sono solo alcuni suggerimenti.

    

 

 


Pubblicato da Flaminia Giurato in LaStampa del 18 Settembre 2012

 


Nota: Per qualsiasi cambiamento della propria terapia o dieta è opportuno e necessario rivolgersi al proprio medico o dietista di fiducia. I proprietari e gli editori di questo sito non potranno essere ritenuti responsabili dell'applicazione, in qualsiasi modo, di indicazioni o informazioni mediche o dietologiche dedotte dal contenuto di questo articolo, che non sono state controllate da un professionista della salute.

Liberatoria: Il testo riprodotto qui sopra è stato acquisito da fonti pubbliche disponibili e consultabili sulla rete Internet, chiaramente citate all'interno del documento. L'autorizzazione alla ripubblicazione potrebbe non essere stata richiesta espressamente, ma il contenuto viene messo a disposizione dei visitatori del sito per diffondere e approfondire le conoscenze su prodotti vegetali importanti ai fini di una corretta alimentazione salutare. Si ritiene che ciò costituisca un uso ragionevole di qualsiasi materiale anche se protetto da copyright, nell'ambito dell'obiettivo comune di aiutare, supportare e informare in buona fede. Gli eventuali marchi di fabbrica, i marchi di servizi, i nomi depositati e i prodotti citati nel presente articolo e/o sito sono protetti e riconosciuti ai rispettivi proprietari a livello nazionale o internazionale.