Vegetalmente Sani

Con l'estate ormai alle porte e i gradi che si apprestano a raggiungere picchi assai elevati, è d'obbligo prestare attenzione alla conservazione dei cibi.

Soprattutto frutta e verdura hanno bisogno di temperature non molto alte e sistemi di mantenimento ben controllati.


WellMe.it
, consolidato dispensatore di consigli e suggerimenti per il vostro benessere, vi svela tutti i segreti per poter conservare al meglio gli ingredienti base della dieta mediterranea, ottimi per assicurare un grande apporto di liquidi e sostanze nutritive al nostro organismo.


1)
Bagno caldo per i frutti di bosco. Una volta acquistati e consumata la quantità voluta, basta mettere i piccoli frutti rossi all'interno di un contenitore che poi immergerete in una pentola di acqua calda: 30 secondi a 125 gradi e i vostri mirtilli, lamponi, more e fragole verranno ripuliti dalle muffe e si manterranno freschi più a lungo. Consiglio: togliere il picciolo con le foglioline solo al momento dell'utilizzo.


2)
Alla banana piace il freddo. Per conservarla al meglio, è necessario mettere la banana in frigorifero, dove la produzione dell'etilene – il gas che provoca la sua maturazione – viene rallentata. Se vogliamo accelerarne la maturazione, invece, basta avvicinare il frutto ad una mela o ad una banana più matura. Consiglio: mangiare non appena la buccia comincia a colorarsi di marrone.


3)
Carta e ghiaccio per le verdure a foglia verde. Lattuga e cicoria si conservano più a lungo se si riesce a togliere l'umidità: avvolgetele allora in un tovagliolo di carta e il gioco è fatto. Ma se cominciano ad appassire, un bel bagno ghiacciato le farà rinsavire. Stessa procedura per le piante aromatiche. Consiglio: riporre in frigorifero insalata e verdura condita.


4)
Pomodori a temperatura ambiente. Il frigorifero è il nemico numero uno del pomodoro: le basse temperature infatti favoriscono la formazione delle muffe interne e gli fanno perdere sapore e aroma. Per conservare i pomodori nella maniera migliore è bene riporli in una busta di carta a temperatura ambiente. Consiglio: toccarli meno possibile per evitare di ammaccarli e facilitare la formazione delle muffe.


5) Verdure.
Peperoni, melanzane, broccoli, cavoli, fagiolini, funghi, cipolle, sedano e cetrioli si possono congelare senza problemi in modo da poterli riutilizzare all'occasione. Prima però è bene sbollentarli e raffreddarli. Consiglio: non ricongelare gli eventuali avanzi ma utilizzarli per preparare il minestrone.

 

 


Pubblicato da Fabrizio Giona su WellMe.it il 10 Maggio 2012

 


Nota: Per qualsiasi cambiamento della propria terapia o dieta è opportuno e necessario rivolgersi al proprio medico o dietista di fiducia. I proprietari e gli editori di questo sito non potranno essere ritenuti responsabili dell'applicazione, in qualsiasi modo, di indicazioni o informazioni mediche o dietologiche dedotte dal contenuto di questo articolo, che non sono state controllate da un professionista della salute.

Liberatoria: Il testo riprodotto qui sopra è stato acquisito da fonti pubbliche disponibili e consultabili sulla rete Internet, chiaramente citate all'interno del documento. L'autorizzazione alla ripubblicazione potrebbe non essere stata richiesta espressamente, ma il contenuto viene messo a disposizione dei visitatori del sito per diffondere e approfondire le conoscenze su prodotti vegetali importanti ai fini di una corretta alimentazione salutare. Si ritiene che ciò costituisca un uso ragionevole di qualsiasi materiale anche se protetto da copyright, nell'ambito dell'obiettivo comune di aiutare, supportare e informare in buona fede. Gli eventuali marchi di fabbrica, i marchi di servizi, i nomi depositati e i prodotti citati nel presente articolo e/o sito sono protetti e riconosciuti ai rispettivi proprietari a livello nazionale o internazionale.