Vegetalmente Sani

eliminare-intolleranze-glutine-carboidrati-perdere-pesoEliminare le intolleranze a glutine e carboidrati per perdere peso (seconda parte)I cereali rappresentano un’ottima fonte energetica e apportano una buona dose di proteine, vitamine e minerali oltre a ferro e calcio.

Una delle proteine più importanti presenti nei cereali (e non solo nel grano) è il glutine, che è uno dei primi responsabili delle intolleranze: i sintomi, oltre al sovrappeso, sono aerofagia, meteorismo, colite e cattivo assorbimento.


La terapia, nei casi più seri, è l’eliminazione tassativa di tutti i cereali che contengono glutine.

Per un certo periodo, bisogna anche escludere tutti i carboidrati troppo raffinati e sostituirli con gli equivalenti integrali, può essere d’aiuto per evitare l’aumento di zuccheri nel sangue e perdere peso. Se sei attratta dai prodotti a base di farine e zucchero bianco, ne mangi in elevate quantità e soffri di questi sintomi, prova per tre giorni nell’arco di una settimana. Se hai seguito il programma del latte e derivati, continua ad evitarli.


Cibi da evitare

Birra, whisky, gin, vodka, caffè d’orzo, zucchero bianco e cibi che lo contengono; tutti i tipi di pane, grissini, crackers, fette biscottate, pizza, pasta; cereali da colazione, tranne cornflakes, fiocchi di riso e d’avena; hamburger, salami, carne in scatola, patè, prosciutto cotto, cibi impanati; dadi di carne, senape, sughi pronti, lieti; torte, pasta frolla, yogurt con cereali, gelati.


Cibi consigliati

Tutta la frutta e la verdura fresce; il pesce; lo yogurt naturale intero biologico e il formaggio grana; tutti i giorni grano saraceno, farrom miglio, tapioca; una volta ogni quattro giorni mais e orzo.

 

Dieta tre giorni per intolleranze al glutine

  • Prima di colazione
    Dopo aver preso la tua dose di probiotici, bevi una fiala di zolfo, disintossica il tratto digerente e accelera il metabolismo.
  • A colazione
    Scegli frutta fresca, spremute, pane di grano saraceno o di farro con un velo di composta fatta in casa, oppure latte di soia o di capra, tè, caffè (non d’orzo)
  • A pranzo
    Inizia con un’insalata mista di verdure crude, arricchita con una manciata di germogli (ricchi di proteine e minerali), pesce o legumi oppure carne bianca o rossa, un uovo alla coque, pane di grano saraceno o di farro.
  • A cena
    Insalata mista di verdure crude, pasta di soia o grano saraceno o farro, oppure una minestra di verdure con miglio.
  • Spuntini e merende
    Frutta fresca, spremute, centrifugati di verdura; se hai molta fame, mangia 5-6 mandorle, nocciole, noci, oppure un cucchiaino di composta di frutta su fette di pane integrale o nero.
  • Dopo cena
    Quindici minuti dopo aver cenato, bevi 50 gocce di macerato glicerico di faggio, diluite in mezzo bicchiere d’acqua; favorisce la diuresi e la funzionalità renale, elimina la ritenzione e riequilibra il metabolismo, riducendo i focolai infiammatori favoriti dal glutine.

Appuntamento alla prossima settimana per il mantenimento. Nel frattempo, dovreste arrivare a perdere tre chili.

 

 


Pubblicato su MondoBenessereBlog il 30 Aprile 2012
Photo credit: Switch2GlutenFree su Flickr


Nota: Per qualsiasi cambiamento della propria terapia o dieta è opportuno e necessario rivolgersi al proprio medico o dietista di fiducia. I proprietari e gli editori di questo sito non potranno essere ritenuti responsabili dell'applicazione, in qualsiasi modo, di indicazioni o informazioni mediche o dietologiche dedotte dal contenuto di questo articolo, che non sono state controllate da un professionista della salute.

Liberatoria: Il testo riprodotto qui sopra è stato acquisito da fonti pubbliche disponibili e consultabili sulla rete Internet, chiaramente citate all'interno del documento. L'autorizzazione alla ripubblicazione potrebbe non essere stata richiesta espressamente, ma il contenuto viene messo a disposizione dei visitatori del sito per diffondere e approfondire le conoscenze su prodotti vegetali importanti ai fini di una corretta alimentazione salutare. Si ritiene che ciò costituisca un uso ragionevole di qualsiasi materiale anche se protetto da copyright, nell'ambito dell'obiettivo comune di aiutare, supportare e informare in buona fede. Gli eventuali marchi di fabbrica, i marchi di servizi, i nomi depositati e i prodotti citati nel presente articolo e/o sito sono protetti e riconosciuti ai rispettivi proprietari a livello nazionale o internazionale.