Vegetalmente Sani

Una ricerca della Benedictine University e dell'Arizona State University, diretta dalle dsse Bonnie Beeezhold e Carol Johnson e pubblicata su "Nutrition Journal".

Tanti omega 3 e nessun omega 6 aumentano il benessere psicologico. Una dieta vegetariana dà umore migliore e meno momenti di stress rispetto ad una centrata pesantemente su carne e pesce.

 


Questo il verdetto di una ricerca della Benedictine University (sezione Dipartimento di Nutrizione) e dell'Arizona State University, diretta dalle dottoresse Bonnie Beeezhold e Carol Johnson e pubblicata su "Nutrition Journal".


Gli scienziati hanno iniziato selezionando 39 volontari, maschi e femmine maggiorenni e consumatori onnivori: verdure, ma anche carne e pesce. Tali soggetti sono strati divisi in tre gruppi. Il primo gruppo ha continuato con la dieta in atto, mangiando pesce o carne almeno una volta al giorno. Il secondo ha seguito una dieta vegetariana con un'aggiunta di pesce, 4 volte a settimana. Infine, il terzo gruppo ha seguito una dieta vegetariana "normale", senza cioè alcun tipo di aggiunta.


Ogni dieta è durata due settimane, durante cui i volontari hanno subito due serie di esame. A livello fisico, gli scienziati hanno controllato i livelli di acidi grassi essenziali: gli omega 3 EPA e DHA e gli omega 6 come l'acido arachidonico (AA). Inoltre, i volontari hanno compilato questionari relativi agli stati d'umore.


Mettendo assieme i dati, gli esperti hanno notato come la dieta vegetariana (terzo gruppo) avesse provocato livelli minori di acidi AA (primo e secondo gruppo). Invece, i consumatori di pesce e verdure (secondo gruppo) mostravano i livelli più alti di EPA/DHA. Tuttavia e secondo i ricercatori questo è il dato più interessante, l'umore migliore ed il livello minore di stress è stato riscontrato nel terzo gruppo (dieta vegetariana stretta).


Questo perché, spiegano Beeezhold e Johnson, la dieta vegetariana unisce alti livelli di antiossidanti AA, forniti da frutta e verdura, con l'assenza di omega-6: risultato, lo stato psicologico migliora ed il benessere mentale rimane elevato nel tempo.

 

 

 

 

 

Fonte: Beezhold BL and Johnston CS, "Restriction of meat, fish, and poultry in omnivores improves mood: a pilot randomized controlled trial", Nutrition Journal 2012, 11:9 (14 February 2012)

Pubblicato da Matteo Clerici su NewsFood.com

 


Nota: Per qualsiasi cambiamento della propria terapia o dieta è opportuno e necessario rivolgersi al proprio medico o dietista di fiducia. I proprietari e gli editori di questo sito non potranno essere ritenuti responsabili dell'applicazione, in qualsiasi modo, di indicazioni o informazioni mediche o dietologiche dedotte dal contenuto di questo articolo, che non sono state controllate da un professionista della salute.

Liberatoria: Il testo riprodotto qui sopra è stato acquisito da fonti pubbliche disponibili e consultabili sulla rete Internet, chiaramente citate all'interno del documento. L'autorizzazione alla ripubblicazione potrebbe non essere stata richiesta espressamente, ma il contenuto viene messo a disposizione dei visitatori del sito per diffondere e approfondire le conoscenze su prodotti vegetali importanti ai fini di una corretta alimentazione salutare. Si ritiene che ciò costituisca un uso ragionevole di qualsiasi materiale anche se protetto da copyright, nell'ambito dell'obiettivo comune di aiutare, supportare e informare in buona fede. Gli eventuali marchi di fabbrica, i marchi di servizi, i nomi depositati e i prodotti citati nel presente articolo e/o sito sono protetti e riconosciuti ai rispettivi proprietari a livello nazionale o internazionale.