Vegetalmente Sani

dieta_mediterranea_dieta_mediterranea_Frutta, verdura, pesce, olio di oliva e un bicchiere di buon vino: è questo l’elisir per vivere più a lungo e mantenere la giovinezza. La dieta Mediterranea, protetta dal 2010 dall’Unesco poiché patrimonio dell’umanità, si è confermata, anche nelle ricerche svedesi dell’Accademia Sahlgrenska, fonte di longevità.

Lo studioso italiano Gianluca Tognon, trasferitosi a Gothenburg per collaborare alle ricerche sull’alimentazione, è uno degli scienziati che hanno preso parte all’indagine. Fin dagli anni ’50 si discuteva sugli evidenti benefici della nostra alimentazione, ma quest’ultima ricerca offre una prova certa.

Per circa 40 anni è stato esaminato un campione di uomini e donne svedesi che si alimentavano ciascuno in maniera differente rispetto agli altri. Gli esiti dimostrano che chi sceglie la dieta Mediterranea ha il 20% di probabilita’ in piu’ di vivere a lungo.

“Chi inserisce – spiega Tognon – nella propria alimentazione verdura e prodotti del mare ha un aspettativa di vita piu’ lunga di due-tre anni rispetto a chi predilige carne, grassi e derivati animali”.

Prova evidente e conferma di questo risultato è proprio la popolazione italiana che ha conquistato un record di longevità pari a 78,8 anni per gli uomini e a 84,1 anni per le donne. Negli ultimi anni, però, le cose stanno cambiando. Gli italiani hanno la tendenza a seguire i pessimi esempi di alimentazione offerti da altri Paesi: cibi grassi e ricchi di zucchero sostituiscono sempre più i prodotti del nostro mare e della nostra terra, questo a discapito della salute.

Non resta che fare un passo indietro e tornare a mangiare quello che tanto ha contribuito a far vivere bene i nostri nonni. Dal resto del mondo dovremmo trarre altri suggerimenti, non certo quelli alimentari poiché l’Italia a tavola gode di una qualità che tutto il mondo ci invidia.

 

 

 

Pubblicato su IlQuotidianoItaliano il 21 dicembre 2011

 


Nota: Per qualsiasi cambiamento della propria terapia o dieta è opportuno e necessario rivolgersi al proprio medico o dietista di fiducia. I proprietari e gli editori di questo sito non potranno essere ritenuti responsabili dell'applicazione, in qualsiasi modo, di indicazioni o informazioni mediche o dietologiche dedotte dal contenuto di questo articolo, che non sono state controllate da un professionista della salute.

Liberatoria: Il testo riprodotto qui sopra è stato acquisito da fonti pubbliche disponibili e consultabili sulla rete Internet, espressamente citate all'interno del documento. L'autorizzazione alla ripubblicazione potrebbe non essere stata richiesta espressamente, ma il contenuto viene messo a disposizione dei visitatori del sito per diffondere e approfondire le conoscenze su prodotti vegetali importanti ai fini di una corretta alimentazione salutare. Si ritiene che ciò costituisca un uso ragionevole di qualsiasi materiale protetto da copyright, nell'ambito dell'obiettivo comune di aiutare, supportare e informare in buona fede. Gli eventuali marchi di fabbrica, i marchi di servizi, i nomi depositati e i prodotti citati nel presente articolo e/o sito sono protetti e riconosciuti ai rispettivi proprietari a livello nazionale o internazionale.