Vegetalmente Sani

Cerca nella dispensa la protezione dal declino cognitivo dell'invecchiamento

Con l'aumento delle evidenze che la nutrizione ha un ruolo fondamentale nel preservare la funzione del cervello, un nuovo studio riferisce che l'assunzione regolare di luteina, un componente di molte verdure, aumenta intelligenza cristallina, la capacità di recuperare e usare quello che sai.


I risultati fanno luce sul modo in cui nutrienti specifici hanno effetti specifici nel rallentare o prevenire il declino cognitivo da età.


La luteina è un pigmento carotenoide presente nel tuorlo d'uovo, nelle verdure a foglia verde e crocifere, come il cavolo. Secondo i ricercatori della University of... [Leggi tutto]

Doni della natura: difendere il cervello con la dieta mediterranea

Carciofi al vapore conditi con olio d'oliva. Funghi cremini rosolati con aglio e prezzemolo. Brasato di bietole con pinoli. Questi sono alcuni dei piatti di tutti i giorni sulla tavola italiana, che sono quasi sempre colorati, freschi e imperniati sulle verdure. Ancora meglio, tali alimenti tendono ad essere i protagonisti del pasto.


I ricercatori stanno da tempo elogiando la dieta mediterranea per promuovere la salute del cervello, così come la salute fisica generale. In effetti, cosi come è famosa per i benefici per il cuore, quella dieta fa bene anche... [Leggi tutto]

Benefici a lungo termine di una dieta povera di grassi

Un team guidato dai ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center ha identificato numerosi benefici alla salute delle donne derivanti da una dieta povera di grassi.


I risultati, pubblicati nel numero di settembre del Journal of Nutrition, hanno trovato che una dieta a basso contenuto di grassi, commisurata all'aumento delle porzioni di frutta, verdura e cereali, riduce il rischio di morte a seguito di cancro al seno, rallenta la progressione del diabete e previene le malattie coronariche.


Il dott. Ross Prentice del Fred Hutch e i suoi colleghi della Women's... [Leggi tutto]

Ciò che mangi può influenzare il modo in cui dormi

Un nuovo studio ha scoperto che mangiare meno fibre, più grassi saturi e più zucchero è associato a un sonno più leggero, meno rigenerante e più disturbato.


I risultati mostrano che una maggiore assunzione di fibre ha previsto più tempo trascorso nella fase di sonno profondo, ad onde lente. Al contrario, una percentuale più alta di energia da grassi saturi ha previsto meno sonno a onde lente. Una maggiore assunzione di zucchero era associata anche a più risvegli dal sonno.


"La nostra scoperta principale è stata che la qualità della... [Leggi tutto]

Dieta in stile mediterraneo può evitare i farmaci per il reflusso

Una dieta di tipo mediterraneo a base vegetale ha dimostrato di fornire gli stessi benefici medici nel trattamento del reflusso laringofaringeo rispetto ai farmaci popolari anti-reflusso. Questa la conclusione di uno studio pubblicato di recente su JAMA Otolaryngology Head Neck Surgery da ricercatori di Northwell Health e del New York Medical College.


Rispetto ai pazienti che assumevano il tradizionale farmaco contro il reflusso (inibitori della pompa protonica o PPI, proton pump inhibitors), quelli che seguivano una dieta mediterranea con cibi integrali, al 90-95% a base vegetale, abbinata ad acqua alcalina, avevano... [Leggi tutto]

Dieta Mediterranea tradizionale e non: benefici per la salute

La dieta mediterranea tradizionale, supportata da una forte evidenza scientifica, rimane il modo di mangiare più sano disponibile, con benefici per la salute in varie malattie croniche comuni, compresa la protezione dalla malattia vascolare coronarica, alcune forme di cancro e l'ictus.


La dieta mediterranea tradizionale è caratterizzata da un'elevata assunzione di olio d'oliva, frutta, noci, verdure varie e cereali; un consumo moderato di pesce e pollame; un basso apporto di latticini, carni rosse, carni lavorate e dolci; e una moderata quantità di vino rosso consumato con i pasti.


Questo tipo... [Leggi tutto]

Verdure a foglia verde ogni giorno per ritardare il declino cognitivo

Mentre le capacità cognitive diminuiscono naturalmente con l'età, mangiare una porzione al giorno di verdure a foglia verde può aiutare a preservare la memoria e le capacità di pensiero quando si invecchia, secondo uno studio condotto dai ricercatori del Rush University Medical Center di Chicago. I risultati dello studio sono stati pubblicati ieri su Neurology.


"Aggiungere una porzione giornaliera di verdure a foglia verde alla tua dieta può essere un modo semplice per promuovere la salute del cervello", ha detto la prima autrice Martha Clare Morris ScD, epidemiologa nutrizionale della Rush.... [Leggi tutto]

La fisetina, presente in vari frutti, può avere effetti anti-Alzheimer

Gli scienziati dell'Istituto Salk hanno trovato ulteriori prove che un composto naturale presente nelle fragole, nelle mele, nei cachi, nelle cipolle e nei cetrioli, riduce i deficit cognitivi e l'infiammazione associata all'invecchiamento nei topi.


Il lavoro, apparso su Journals of Gerontology Series A di giugno 2017, si basa sulla precedente ricerca dello stesso gruppo sull'antiossidante fisetina, che aveva scoperto che potrebbe aiutare a trattare il declino mentale legato all'età e a condizioni come l'Alzheimer (AD) o l'ictus.


"Le aziende mettono fisetina in diversi prodotti per la salute, ma non c'erano prove abbastanza serie dell'efficacia del... [Leggi tutto]

Più frutta o più verdura contro l'Alzheimer? O entrambe?

Anche se la maggior parte di noi pensa immediatamente che demenza equivalga a perdita di memoria, questo non è l'unico sintomo che provoca.


Come il cancro, la demenza è un termine ombrello che indica una serie di gravi deterioramenti cognitivi che non includono solo la perdita di memoria, ma la capacità decisionale, la capacità di apprendimento, i comportamenti, le capacità motorie muscolari e altro ancora.


In questo momento non esiste alcuna cura per la demenza, poiché c'è ancora molto di sconosciuto sulla malattia. E, purtroppo, una volta che ce l'hai,... [Leggi tutto]

Frutta e verdura aumentano la capacità di lettura dei bamabini



Uno studio recente condotto in Finlandia dimostra che una dieta salutare è legata a una migliore capacità di lettura nei primi tre anni di scuola.


Pubblicato sulla rivista European Journal of Nutrition, lo studio fa parte del Physical Activity and Nutrition in Children Study, condotto all'Università della Finlandia Orientale e del First Steps Study condotto all'Università di Jyväskylä.

 


La ricerca ha coinvolto 161 bambini di 6-8 anni, che sono stati seguiti fino alla terza elementare. La qualità della loro dieta è stato analizzata attraverso i diari alimentari, e le loro competenze... [Leggi tutto]

La frutta in gravidanza potenzia lo sviluppo cognitivo del bambino

La maggior parte delle persone ha sentito il vecchio adagio "una mela al giorno toglie il medico di torno". E' antica saggezza che implica più che mangiare una semplice mela; la frutta in generale è ben nota per ridurre il rischio di una vasta gamma di condizioni di salute, come le malattie cardiache e l'ictus.


Ma ora un nuovo studio ci dimostra che i benefici della frutta possono iniziare già nel grembo materno. Lo studio, pubblicato sulla rivista EbioMedicine, ha mostrato che le madri che hanno consumato più frutta durante... [Leggi tutto]

L'assunzione di fibre collegata a una buona vecchiaia


La maggior parte delle persone sa che una dieta ricca di fibre aiuta a mantenerci "regolari".


Ora dei ricercatori australiani hanno scoperto un vantaggio sorprendente di questo componente alimentare spesso sottovalutato.


Una nuova ricerca, pubblicata su The Journals of Gerontology, Series A: Biological Sciences and Medical Sciences da scienziati del Westmead Institute for Medical Research, riferisce che assumere la giusta quantità di fibra dal pane, dai cereali e dalla frutta, può aiutare a evitare le malattie e la disabilità in età avanzata.


Usando dati raccolti dal Blue Mountains Eye Study, uno... [Leggi tutto]

Quello che mangi determina la qualità del tuo sonno

Un nuovo studio ha scoperto che l'assunzione di meno fibre, più grassi saturi e più zucchero è associata a un sonno più leggero, meno ristoratore, e più disturbato.


I risultati mostrano che l'assunzione di fibre è proporzionale al tempo trascorso nella fase di sonno profondo, quello delle onde lente. Al contrario, una percentuale più elevata di energia da grassi saturi predice un tempo minore di sonno ad onde lente. La maggiore assunzione di zucchero è stata associata anche a più risvegli dal sonno.


"La nostra scoperta principale è che la... [Leggi tutto]

Nuove linee guida USA rafforzano il ruolo di frutta e verdura nell'alimentazione

Frutta e verdura acquisiscono una posizione migliore nelle nuove Linee Guida dietologiche per gli Americani.


Le Dietary Guidelines for Americans 2015-2020 sono state rilasciate il 7 gennaio, e le prime due raccomandazioni consigliano ai consumatori di mangiare più frutta e verdura.


Secondo un comunicato stampa del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti e del Dipartimento di Salute e Servizi Umani, le linee guida suggeriscono agli americani di consumare una varietà di verdure, comprese quelle verde scuro, rosso e arancio, e tutta la frutta, soprattutto la frutta  intera. 


Altre linee guida si... [Leggi tutto]

Frutta o verdura: cosa è meglio?

Frutta e verdura contengono una vasta gamma di vitamine e micronutrienti essenziali, che le rendono indiscutibilmente sane!


Ma se pensi che la frutta ti faccia bene come le verdure, è meglio che ti ricredi.


I nutrizionisti consigliano di mangiare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno! Ciò non significa, tuttavia, che bisogna consumare 5 mele o 5 banane.


Il mix giusto è fondamentale! Molte persone tendono a preferire la frutta, perché sembra più gustosa ed è generalmente più facile da mangiare, senza la necessità di sbucciarla e cuocerla prima.... [Leggi tutto]

Nutrizione con i prodotti dell'autunno: più sono colorati, meglio è

Con l'arrivo dell'autunno, potresti pensare alle foglie arancioni e rosse che cadono dagli alberi. Quando visiti il negozio di alimentari o il mercato contadino, ricorda i commestibili di stagione che si presentano sotto forma di prodotti colorati, ricchi di vitamine e sostanze nutritive.


"Il colore è un grande indicatore della nutrizione", dice Johannah Sakimura, master in nutrizione dell'Institute of Human Nutrition della Columbia University. Per cui, anche se un ampio spettro di colori nel piatto della cena è importante, le verdure arancio e rosse hanno i loro vantaggi.

 


Le verdure... [Leggi tutto]

Mela: il frutto più nobile

La mela è diventata così comune che molti di noi non si fermano mai a riflettere sulle origini di questo frutto delizioso e nutriente.


Ma la mela ha radici antiche, e ha avuto un ruolo importante nelle culture di tutto il mondo, assumendo importanza anche religiosa e mitologica in molte società.


I meli sono uno dei primi alberi coltivati, la loro scoperta è attribuita ad Alessandro Il Grande, in Kazakstan nel 328 BC.


Molto è cambiato nel corso degli anni. Quelli che una volta erano alberi ad alto fusto, che... [Leggi tutto]

Frutta o verdura: in cosa differiscono?

Secondo i botanici (coloro che studiano le piante) un frutto è la parte della pianta che si sviluppa da un fiore. È anche la sezione della pianta che contiene i semi.


Le altre parti delle piante sono considerate verdure, che includono steli, foglie e radici, e anche il bocciolo.


Questi che seguono sono tecnicamente frutti: avocado, fagioli, piselli, chicchi di mais, cetrioli, cereali, noci, olive peperoni, zucca, semi di girasole e pomodori. Le verdure includono sedano (fusto), lattuga (foglie), cavolfiori e broccoli (gemme), e barbabietole, carote e patate (radici).


Dal... [Leggi tutto]

Verdura: centrale energetica della nutrizione

Sappiamo tutti che mangiare verdure è importante per una buona salute.


Le verdure contengono un concentrato di vitamine e minerali che l'organismo utilizza per continuare a funzionare in modo efficiente.

 


Uno dei modi migliori per assicurare un buon apporto di vitamine e minerali ogni giorno, attraverso la dieta, è riempire il piatto con verdure nella maggior parte dei pasti. Pianifica di coprire almeno la metà del piatto con una varietà di verdure fresche, croccanti e colorate.


Hai mai fatto un pasto fast-food abbondante e mangiato un secchio di patatine... [Leggi tutto]

Frutta e verdura possono aumentare la fertilità

Mangiare frutta e verdura potrebbe aumentare la probabilità di avere un bambino, ma gli uomini sono molto più 'pigri' rispetto alle donne nel mettere in pratica tale parere, hanno avvisato dei ricercatori.


Uno studio importante su più di 1.100 uomini e donne, ha scoperto che le persone con dieta sana avevano molte più probabilità di concepire.


Il consumo regolare di frutta, verdura e legumi è stato associato a livelli molto più elevati di fecondità. Anche i non fumatori e coloro che evitavano o limitavano l'alcol avevano più probabilità di... [Leggi tutto]